Le vacanze estive sono ormai iniziate: avete già deciso la vostra destinazione? Se siete ancora in dubbio ed amate moltissimo il cioccolato, abbiamo alcune mete da non perdere, in Italia e all’estero, per scoprire tutto sul vostro ingrediente preferito.

 

In Italia, da Torino a Perugia

Quali sono le città italiane più rinomate per la produzione del cioccolato? Torino, in Piemonte, è sicuramente una delle sue culle: si dice addirittura che l’amore tra il capoluogo della regione e il cioccolato sia nato nel 1560, quando Emanuele Filiberto di Savoia servì una tazza di cioccolata fumante per festeggiare il cambio della capitale ducale da Chambéry a Torino. Qui sono state tante le innovazioni a base di cioccolato: dal Bicerin, a base di caffè, cacao e crema di latte, nato nel ‘700, ai famosissimi gianduiotti, ancora oggi incartati a mano, ma anche i boeri, con guscio di cioccolato e ripieno di liquore, e i cremini, tre strati deliziosi di gianduia e cioccolato alla nocciola.

 

Scendendo per l’Italia, una tappa importante per gli amanti del cioccolato è sicuramente Perugia, dove ogni anno nel mese di ottobre si svolge l’Eurochocolate, che trasforma l’intero centro in una sorta di grandissima cioccolateria all’aperto. Ma qui si trovano anche il Museo del Cioccolato e la Scuola del Cioccolato… insomma, i luoghi perfetti per una full immersion dal sapore delizioso!

Vanini, insieme ad ICAM l’azienda di cui fa parte, da molti anni propone i suoi prodotti agli amanti del cioccolato proprio in occasione di Eurocholate, durante il quale lo scorso anno ha anche festeggiato i 70 anni dalla sua fondazione con la finale di un concorso che ha visto Ernst Knam, il re del cioccolato, premiare il dolce del folignate Andrea Restuccia. La premiazione è avvenuta sul palco di Eurochocolate davanti al maxi ChocoSelfie, realizzato proprio con cioccolato ICAM.

 

Come dimenticare Modica? Una città barocca meravigliosa, situata nel sud est della Sicilia, nelle famose zone dell’isola rese ancor più rinomate dalla celebre serie sul Commissario Montalbano. Basterà camminare per il centro per scoprire di tutto sull’oro di Modica, una tipologia particolare che si ottiene da una lavorazione a freddo (40°C) del cioccolato che nel 2003 gli ha permesso di ottenere il riconoscimento IGP.

 

All’estero: il cioccotour dagli Stati Uniti alla Svizzera

Se andrete oltreoceano, ecco la meta perfetta per voi: si tratta del parco a tema Hershey’s Chocolate World, in Pennsylvania, negli Stati Uniti (ma anche a Chicago, Las Vegas, Dubai, Shanghai e Singapore), dove il cioccolato è il protagonista di tante attrazioni divertentissime per grandi e piccini.

 

Chi vuole scoprire la cultura del cioccolato non si perda a Colonia, in Germania, il Museo del Cioccolato, dove poter trovare souvenir da leccarsi i baffi, assaggi di tutti i tipi e minitour. Lo stesso vale a Barcellona, in Spagna, al Museu de la Xocolata, dove scoprire l’origine e le curiosità gastronomiche legate al cioccolato.

 

Infine, partendo da Montreux, lasciatevi trasportare dal Swiss Chocolate Train e dai suoi vagoni in stile belle Epoque, dove niente è lasciato al caso: osservando dai finestrini i paesaggi montani della Svizzera, potrete degustare un croissant ripieno, ovviamente al cioccolato, e una bibita altrettanto golosa, per poi raggiungere Gruyeres e Broc, dove si trova la fabbrica del cioccolato.

Post correlati