La voglia di mettersi ai fornelli latita, come quella di consumare un pasto intero: in estate capita spesso di non avere fame a causa del caldo, oppure di desiderare un pranzo leggero ma goloso, che soddisfi il palato e la necessità di qualcosa di fresco.

Il gelato è perfetto per questi momenti: si consuma ovunque, magari durante una pausa pranzo al parco, oppure al ritorno dalla spiaggia.

È un peccato di gola e mette di buonumore, proprio come il cioccolato!

Un gelato al cioccolato per pranzo ci fa tornare il sorriso dopo una mattinata lavorativa particolarmente dura o ci dona le energie per affrontare un caldo pomeriggio.

L’Università degli Studi di Milano, incaricata da AIIPA, ACOMAG e SIGEP di Rimini, ha esaminato dei campioni di gelato artigianale per dimostrare quali siano le caratteristiche nutrizionali del gelato e capire se sia un alimento adatto a tutti.

Si è scoperto che il gelato artigianale è uno dei pochi dessert da considerare equilibrato e bilanciato, perché mostra un’ottima proporzione tra proteine, zuccheri e grassi: sano e completo, un gelato al cioccolato da 100 grammi conta 4,3 grammi di proteine, 8,1 grammi di lipidi, 2,3 grammi di fibra, 23,6 grammi di zuccheri totali (fonte: ilgelatoartigianale.info).

Un pranzo o una merenda ideale, anche per i bambini.

Se si sceglie di consumare un gelato al cioccolato a pranzo la cosa importante sarà completare i pasti del giorno integrando ciò che manca a colazione, a cena o a merenda, in particolare proteine, vitamine e fibre. Una colazione sana prevede cereali, ancora meglio se integrali, accompagnati da latte o yogurt, un caffè e della frutta, a cena invece possiamo evitare il primo e sostituirlo con carne o pesce accompagnati da tanta verdura fresca.

Ma diciamoci la verità… oltre alle sue mille buone qualità, il gelato ci piace tanto perché come si suol dire è vera “felicità condensata”.

Post correlati