Un viaggio curioso tra 10 prodotti particolari che forse non conoscete

Facciamo un gioco: se diciamo cioccolato, cosa vi viene in mente? Il primo pensiero va a una golosa tavoletta a quadretti, da staccare a gruppi di tre e mangiarli in un sol boccone; o alle praline tonde ricoperte di granella di nocciole, da accompagnare alla consueta tazzina di caffè a fine pasto. Insomma, cioccolato ha un unico significato: goduria, declinata in tutte le forme e in tutti i gusti. Ma se vi dicessimo che nel mondo esistono prodotti a base di cioccolato, che nulla hanno a che fare con quelli cui siamo abituati noi, ma altrettanto golosi? Preparate il passaporto del gusto e partite insieme a noi alla scoperta di queste leccornie: vi avvertiamo, ci sarà da leccarsi i baffi.

Australia – Tim tam: Vengono dall’Australia e là sono popolarissimi: inventati più di 50 anni fa dall’azienda Arnott’s, sono dei biscotti composti da del croccante, farcito con crema e poi rivestito da cioccolato in diversi gusti (dai più classici latte e fondente, fino al bianco e al caramello). Se capitate da quelle parti, non mancate di provarli.

Belgio – Bruyerre: Dici Belgio, pensi al cioccolato. Bruyerre è uno dei marchi più forti in materia, con un’offerta di praline da far girare la testa, dalle forme più strambe. Qualche esempio? La pralina al fondente con ripieno di nocciola o cioccolato al latte oppure con dentro la frutta secca. Da provare.

Danimarca – Palaegshokolade: Arrivano dalla Danimarca e sono delle vere e proprie squisitezze: delle sottili lamelle di cioccolato, al latte o fondente, simili a sottilette, con cui farcire il panino. Per una merenda sana e gustosa.

Francia – François Pralus: In Francia François Pralus è conosciuto come uno dei più grandi artisti del cioccolato. Da provare le tavolette a base di cacao tropicale, denominate appunto Tropical Pyramid, con materia prima pregiatissima proveniente da Madagascar, Nuova Guinea, Tanzania, Trinidad oVenezuela.

Inghilterra – Cadbury: L’avventura partì con la produzione artigianale di una bevanda a base di cioccolato, ma da lì non si è più fermata. Oggi dopo quasi duecento anni, la Cadbury produce le barrette più buone d’Inghilterra in mille varianti (con riso, mandorle, arachidi, pretzel…) e ovviamente le bevande al cioccolato aromatizzate, tutte da provare.

Polonia – Praline Luzyckie: A Varsavia sono un must: piccoli dolcetti dalle forme più disparate e con ripieni differenti: dal rum alle noci, fino al cocco.

Portogallo – Chocofigo: Il cioccolato come veicolo per far conoscere i prodotti tipici di una zona. È così che fa l’azienda portoghese Chocofigo, che produce tavolette di cioccolato arricchite poi da  fichi, fichi d’india, arance, mandorle, patate dolci, grappa… le prelibatezze dell’Algarve, regione meridionale del Portogallo.

Svezia – Ischoklad: Dessert a base di ghiaccio ne abbiamo visti tanti, ma del ghiacciolo al cioccolato vogliamo parlarne? Arriva dalla Svezia (e da dove sennò?) e si prepara così: dopo aver fatto sciogliere 200 grammi di fondente e 100 di burro di cocco, amalgamate il composto con dell’uovo sbattuto. Lasciate raffreddare il preparato in frigo per un’ora, poi passatelo negli stampini e mettetelo in freezer, fornito dell’apposito stecchino. Ecco pronto il vostro ghiacciolo al fondente.

Svizzera – Bouchon Vaudois: In Svizzera, il cioccolato è uno dei simboli, insieme agli orologi e alle banche: per assaggiarne uno diverso, provate questo biscotto a base di fondente e mandorle. Dolcissimo, viene prodotto da settant’anni nelle zone intorno al Lago di Ginevra, nel Canton Vaud, appunto.

Turchia – Ozel Chocolate and Candy: Ozel non si limita alle tavolette, ma propone dei veri e propri box con dentro anche praline, cioccolatini ripieni e ogni altra leccornia a base di cioccolato. Per veri estimatori.

 

Post correlati