Durante una degustazione vengono coinvolti tutti i 5 sensi che ci permettono di comprendere a fondo peculiarità, caratteristiche e qualità di un alimento e delle sue materie prime. Nel caso del cioccolato bastano poche piccole attenzioni per degustare e imparare a riconoscere quello migliore.

Alcune fondamentali raccomandazioni: assicuratevi di neutralizzare il palato. Se volete degustare ricette diverse, neutralizzate il vostro palato tra una degustazione e l’altra, ad esempio con pane bianco, un infuso leggero di the alla rosa, uno spicchio di mela verde o acqua minerale.

Prima della degustazione, non fumate ed evitate il cibo speziato. Iniziate la degustazione partendo dal cioccolato con la minore percentuale di cacao: per primo, per esempio, il cioccolato Vanini al latte 49% e a seguire il cioccolato fondente, dalla gradazione più bassa alla più alta, fino al fondente 86%.

Per degustare il cioccolato nel migliore dei modi, è importante creare la giusta atmosfera, così da concentrare tutti vostri sensi solo sul cioccolato.

Un percorso che punta a valorizzare le capacità di tutti i cinque sensi di assaporare il cioccolato e riconoscerne le qualità organolettiche:

Vista

Quando si tratta di degustare il cioccolato, la prima impressione è molto importante. Prestate quindi molta attenzione all’aspetto – colore, uniformità della struttura e lucentezza.

Tatto

Ora valutate con attenzione la struttura della superficie (liscia, ruvida o granulata).

Udito

Accostate il pezzo di cioccolato all’orecchio e spezzatelo. Prestate attenzione al suono che produce, può essere più distinto o tenue. Il cioccolato di alta qualità e senza ripieno si spezza con un suono secco e ben distinto, il tipico “snap”. I bordi restano lisci e non si creano briciole.

Olfatto

Usate l’olfatto per percepire i molti aromi del cioccolato: potete annusarne il profumo direttamente da un pezzo che terrete sotto il naso oppure farlo sciogliere in bocca, poi espirare e annusare.

Gusto

Ora la parte più intensa dell’esperienza della degustazione: lasciate che un pezzo di cioccolato Vanini si sciolga in bocca: cosa percepite?

E ora… Buona Degustazione!

Post correlati