Dall’antichità a oggi, il cioccolato ha una storia affascinante che fonda le sue radici nelle culture di 3000 anni fa. In Perù, per esempio, nel cuore dell’Amazzonia, grazie al clima tropicale e alla vicinanza con l’Equatore, il cacao Bagua, letteralmente scoperto da Vanini ed impiegato per la produzione del suo cioccolato, veniva coltivato dalla popolazione Mayo-Chincipe per preparare bevande, ancor prima dei Maya dell’Honduras.

Fin da quel tempo il cacao è sempre stato un alimento importante: nella cultura Maya ad esempio gli archeologi hanno trovato delle tracce di polvere di cacao all’interno di contenitori in terracotta nelle tombe dei defunti. Si trattava di un’offerta votiva rivolta ai morti. Non solo, le fave di cacao diventarono presto “una moneta” molto utilizzata per gli scambi commerciali. In seguito, anche gli Aztechi diedero grande valore al cioccolato come bevanda per i loro rituali spirituali oltre che come alimento energetico.

Ma il primo incontro tra cacao e Europa fu nel 1502, quando Cristoforo Colombo giunse sull’isola di Guanaja e i locali lo accolsero portandogli in dono fave di cacao, che inizialmente gli spagnoli non considerarono di valore. Fu Hernàn Cortés, nel 1519, quando arrivò in Messico, a credere che il cacao valesse oro: in quei tempi i conquistadores spagnoli prepararono per la prima volta una bevanda deliziosa,  l’antenata della moderna cioccolata. Presto Cortés importò in Europa il cacao che venne accolto con titubanza da alcuni, ma come una vera prelibatezza da altri.

La cioccolata, preparata in quel periodo in modo più semplice, si diffuse in fretta ma soltanto tra i ceti sociali più abbienti, che usavano consumarla in alternativa a tè e caffè nelle occasioni speciali. Nel 1728 in Inghilterra, a Bristol, una famiglia della zona, i Fry, aprì la prima fabbrica del cioccolato. Forse proprio ai Fry si deve la prima barretta di cioccolato solido. Da quel momento in poi il cioccolato è entrato a far parte della quotidianità di ciascuno di noi, come prodotto che fa bene all’umore e al corpo, grazie alle tantissime proprietà di cui è ricco, e come protagonista di innumerevoli ricette dolci e salate nella cucina di tutto il mondo.

Post correlati