La bella stagione è il momento giusto per stimolare le endorfine, gli ormoni del buonumore

 

Immaginatevi la scena: un telo steso in giardino sul prato, un buon libro tra le mani e i raggi del sole a scaldare il corpo. O ancora, gambe in spalla e una bella camminata in campagna. E infine, distesi sulla sdraio, con gli occhi fissi sulle onde del mare, magari assaporando un gelato al cioccolato. Cos’hanno in comune tutte queste situazioni? Il buonumore, la felicità. Che la stagione piaccia o no, in estate siamo tutti più sorridenti, rilassati e sereni. Merito certo delle vacanze in arrivo, il cui solo pensiero regala un brivido di piacere, ma anche del maggior numero di ore passate all’aria aperta e di conseguenza, di una maggiore esposizione alla luce del sole, un’attività che stimola la produzione di endorfine.

Ma cosa sono queste endorfine? Se ne sente spesso parlare, ma che ruolo svolgono nel nostro organismo e per il nostro benessere? Sono un gruppo di sostanze prodotte dal nostro cervello, che si classificano come neurotrasmettitori. Da esse, dipende il nostro umore: sono in grado, infatti, quando prodotte, di regalarci felicità, un senso di gratificazione e appagamento e piacere, aiutandoci a sopportare meglio lo stress e allontanando la sensazione di depressione.

La loro produzione però va stimolata. In che modo? Ecco qualche pratico e veloce consiglio per essere più felici, più a lungo.

State all’aria aperta: Soprattutto con la bella stagione, approfittate del maggior numero di ore di luce per godere dell’aria aperta: stare in mezzo alla natura aiuta a riossigenare il cervello e ad allontanare i pensieri tristi o cattivi. Fate una bella passeggiata in mezzo a un bosco o in riva al mare e respirate a pieni polmoni l’aria pulita, abbandonandovi ai profumi: in particolare, l’aroma di lavanda e di vaniglia hanno il potere di placare l’ansia, portando in tutto il corpo una sensazione di benessere e relax.

Prendete il sole…con moderazione: In estate è bello rilassarsi sotto al sole, prendendo la tintarella, ovviamente con le dovute precauzioni (per esempio, evitare le ore centrali della giornata, spalmarsi di crema solare con un adeguato spf e coprirsi la testa con una bandana o un cappellino). È dimostrato scientificamente, infatti, che la luce del sole provochi l’aumento di produzione delle endorfine, creando una sorta di dipendenza, e della vitamina D, sostanza essenziale per la salute delle ossa.

Gustate il cioccolato (o il vostro cibo preferito): Mangiare cioccolato fa bene alla salute: quello fondente è ricco di antiossidanti e di sostanze benefiche, come la teobromina, sedativa della tosse, e i flavonoidi, utili per rinforzare il sistema immunitario. Ma non solo: il cioccolato attiva la produzione di endorfine, gli ormoni che inibiscono il dolore e aumentano il senso di felicità. Per questo, quando siete un po’ giù di morale, gustarsi qualche quadretto di cioccolato può essere la soluzione più giusta!

Praticate attività fisica: Fare movimento o praticare uno sport fa bene alla salute: aiuta a tenersi in forma e a perdere i chili in più, ma anche a rimanere di buonumore. Dopo l’attività fisica, infatti, la produzione di endorfine si impenna del 500%: questo spiega la sensazione di euforia e di contentezza che ci pervade dopo una corsetta nel parco o una partita di pallavolo. Almeno tre volte a settimana dedicate qualche ora all’esercizio fisico: basta una camminata nel parco o una nuotata in piscina per alleggerire i pensieri e ritrovare il buonumore!

Sorridete e ridete: Sorridere è un atto semplice ma fondamentale: solo l’accenno all’insù degli angoli della bocca ha il potere di far rilasciare una scarica di endorfine al cervello. Ancor meglio ridere: l’atto fisico della risata – quindi, l’allargare la bocca, contraendo gli occhi e i muscoli facciali e addominali – lancia messaggi di benessere al cervello, che dà il via alla produzione degli ormoni del buonumore.

Post correlati